Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

IL RITMO DELLA MADRE TERRAMostra della pittrice KATARINA BENEDETIĆ

Inaugurazione: martedì, 18 marzo, ore 19.00

BELGRADO

La mostra “Il ritmo della Madre Terra”, allestita dalla Galleria della Fondazione “Ilija M.Kolarac” in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado, presenta una serie di interessanti opere della pittrice italiana Katarina Benedetić.La fonte comune d’ispirazione dei quadri realizzati per questa esposizione è il travagliato rapporto fra l’uomo e la Madre Terra, sintetizzato dalle raffigurazioni di quattro drammatiche catastrofi ambientali che sono rimaste impresse nella memoria collettiva: l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., con la distruzione di Pompei, Ercolano e degli altri centri dell’area vesuviana; il Grande Smog che uccise un gran numero di persone a Londra nel dicembre del 1952; l’avvelenamento di migliaia di persone nella città indiana di Bhopal nel 1984, in seguito alla fuoriuscita di micidiali gas tossici da una grande fabbrica di pesticidi; il disastro nucleare di Chernobyl del 1986.Fin dalla preistoria, le prime documentate espressioni della religiosità umana si riferiscono al culto della Madre Terra, venerata e rispettata per secoli  come fonte primigenia dell’esistenza. L’uomo contemporaneo, invece, sembra non riconoscere più i cicli e i ritmi della natura, fuorviato dalla convinzione di poterli controllare a proprio piacimento e secondo i propri interessi.Katarina Benedetic, attraverso le sue raffigurazioni pittoriche, riflette e vuole far riflettere sul comportamento apparentemente insensato dell’uomo che, a differenza delle altre specie viventi, non segue i ritmi della Terra, ma li stravolge e li snatura per adattarli alle proprie esigenze. La forza delle immagini e il suggestivo uso del colore esprimono sempre l’intenso impatto emotivo del soggetto raffigurato e caratterizzano un tipo di pittura che, per alcuni critici, è una sintesi di immaginazione contrapposta al reale, in un continuo rapporto di scontro e incontro che non si risolve mai a favore di una o dell’altra dimensione.

*


Katarina Benedetić, italiana, è nata a Belgrado e risiede in Italia, nella città di Brescia. Si è laureata nel 1985 presso la Facoltà di Arti Visive dell’Università di Belgrado, dove ha successivamente conseguito un master presso il Dipartimento di Pittura con il professor Branko Protic. Dal 1983 è membro dell’Associazione degli Artisti Visivi della Serbia. Dal 1994 si dedica anche alla realizzazione di pitture murali, trompe l’oeil, affreschi e installazioni.Nel 2013 è stata premiata al Concorso di Pittura “Premio Città di Brescia”. Molte delle sue opere si trovano nelle collezioni di privati e di fondazioni culturali in tutto il mondo. Vive e lavora a Brescia.

  • Organizzato da: \N
  • In collaborazione con: \N