Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Cooperazione culturale

Il Ministero degli Affari Esteri attraverso la Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale favorisce lo sviluppo della Collaborazione Culturale e Scientifica Bilaterale promuovendo da una parte l’esecuzione dei programmi bilaterali di collaborazione culturale e dall’altra la ricerca scientifica e tecnologica attraverso l’attuazione e il monitoraggio dei programmi scientifici e tecnologici, viaggi e soggiorni in Italia e all’estero di studiosi e ricercatori.

Programmi Bilaterali di Collaborazione Culturale

I programmi culturali derivano dall’attuazione di accordi culturali e definiscono la programmazione delle attività previste dai singoli articoli dell’accordo.

Tra queste si ricordano:

  • diffusione della lingua e cultura attraverso l’istituzione di cattedre e lettorati;
  • scambio di materiali ed esperti nei settori dell’editoria, dell’istruzione e del patrimonio culturale;
  • scambio di docenti e ricercatori universitari;
  • scambio di archivisti e bibliotecari;
  • scambio di mostre;
  • realizzazione di rassegne cinematografiche e manifestazioni artistiche e culturali;
  • scambi museali, attività di restauro, missioni archeologiche;
  • scambio di borse di studio;
  • collaborazione radiotelevisiva;
  • cooperazione nel settore degli scambi giovanili e dello sport.

L’accordo prevede in genere l’istituzione di una commissione mista, composta da rappresentanti dei due Paesi firmatari, che si riunisce periodicamente per redigere i programmi pluriennali ed esaminare lo stato della cooperazione culturale fra i due Paesi.

Il programma ha una durata variabile in genere fra i due e i quattro anni, concordata dalle parti.