Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA ANTICAL’ARTE DELLA SONATA IN TRIOEnsemble IL ROSSIGNOLO

Data:

18/06/2015


FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA ANTICAL’ARTE DELLA SONATA IN TRIOEnsemble IL ROSSIGNOLO

partecipazione italiana

BELGRADO

MARTINO NOFERI, flauto dirittoMARICA TESTI, flauto traversoOTTAVIANO TENERANI, clavicembalo

In occasione della 10a edizione del Festival Internazionale di Musica Antica l’ Istituto Italiano di Cultura in Belgrado promuove e sostiene la partecipazione dii Martino Noferi, Marica Testi e Ottavio Tenerani, membri dell’ensemble “Il Rossignolo” che presentano un repertorio di sonate per trio di celebri compositori europei, da Vivaldi a Bach a Telemann.

In effetti, gli stessi componenti di questa singolare formazione si definiscono “un gruppo a geometria variabile a seconda del repertorio affrontato”, ma qualunque sia il formato scelto, ciascuno di loro prosegue lo studio e la ricerca della musica antica eseguita rigorosamente su strumenti d’epoca.

Particolarmente attivi nel settore discografico, i musicisti del “Rossignolo” hanno realizzato progetti relativi alla riproposta di autori altrimenti raramente presentati al pubblico: la critica specializzata ha avuto parole di elogio e di apprezzamento per album con i madrigali e le canzonette a cinque voci di Orazio Caccini e le sinfonie da camera di Giovanni Battista Martini.

L’attenzione del “Rossignolo” si è rivolta anche a compositori sempre in auge, Bach, Benedetto Marcello, Scarlatti e Vivaldi, con registrazioni accolte con entusiasmo da pubblico e critica. Nel 2011, come primo progetto realizzato con la Casa discografica Sony Classicall International, il gruppo ha inciso “Germanico”, un’opera attribuita a Georg Friedrich Händele riscoperta dagli stessi musicisti che per questa loro produzione hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti in tutta Europa.

Il “Rossignolo” è attivo anche nel settore didattico. Infatti, all’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena si occupa del coordinamento del Dipartimento d’interpretazione storica e tiene corsi di strumenti antichi e musica d’insieme.

***

Martino Noferi, diplomato in flauto dolce al Conservatorio “Luigi Cherubini”, ha studiato l’oboe barocco alla Civica Scuola di Musica di Milano, laureandosi in Discipline Musicali (flauto dolce).

Sia come solista sia in formazioni da camera e orchestre ha suonato in Italia, in molti Paesi europei, in Russia e nella Corea del Sud, esibendosi in sale da concerto assai prestigiose come il Théâtre des Champs-Élysées a Parigi, il Teatro Real de Madrid, il Theater an der Wien, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro della Pergola di Firenze.

Fa parte di numerosi gruppi di musica antica, tra i quali Il Rossignolo (di cui è fondatore insieme a Ottaviano Tenerani e Marica Testi), Il Complesso Barocco, Il Pomo D’Oro, i Modo Antiquo (con cui ha avuto due nominations al Grammy Award nel 1999 e nel 2000), I Virtuosi Italiani, l’ Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani, l’Orchestra Barocca Italiana, l’ Orchestra Verdi barocca di Milano. Ha suonato sotto la direzione di importanti direttori tra i quali Rinaldo Alessandrini, Mario Brunello, Alan Curtis, Diego Fasolis, Andrew Lawrence King, Jean-Claude Malgoire, Riccardo Minasi, Jordi Savall.

Ha partecipato all’incisione solistica ed in ensemble di molti CD e a registrazioni radiofoniche, televisive e cinematografiche di musiche rinascimentali e barocche.

Come solista ha eseguito i temi delle colonne sonore dei film ”Il resto di niente” (2004) di Antonietta De Lillo e “L’uomo che verrà” (2009) di Giorgio Diritti.

Dal 1996 al 1998 è stato docente di flauto diritto e musica d’insieme alla Scuola di Musica di Marina di Campo ( Isola d’Elba ). Dal 1998 al 2006 ha insegnato flauto diritto e musica antica d’insieme presso la Scuola di Musica ”Giuseppe Bonamici”di Pisa. E’ inoltre titolare della cattedra di flauto diritto nella Scuola di Musica “Giuseppe Verdi” di Prato.

Tiene corsi speciali di flauto diritto, oboe barocco e musica d’insieme per strumenti antichi presso il Conservatorio “Rinaldo Franci” di Siena e di flauto diritto (biennio di specializzazione) presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena, oltre a corsi presso l’ Accademia Internazionale di Musica Antica di Pistoia.

Marica Testi, diplomata in flauto traverso moderno presso il Conservatorio di Firenze,si è specializzata in flauto storico presso il Conservatorio di Vicenza. Ha seguito corsi di perfezionamento con Severino Gazzelloni, Barthold Kuijken, Nicolaus Delius, Marc Hantay oltre al corso di perfezionamento sulle prassi esecutive nella musica barocca indetto dalla Comunità Europea.

Nel 1994 ha vinto il primo premio al concorso flautistico nazionale “Emanuele Krakamp” dell’Accademia Musicale del Sannio nella sezione musica d’insieme, Nel 1996, al concorso internazionale SIAC-CAMT, le sono stati assegnati il primo premio nella sezione “Musica da camera” e il premio speciale per la musica antica.

Ha all’attivo oltre duecento concerti e oltre venti tra incisioni e registrazioni - molte delle quali con “Il Rossignolo” di cui è membro fondatore insieme con Martino Noferi e Ottaviano Tenerani - per etichette discografiche, emittenti radiofoniche e televisive italiane e di altri Paesi. I suoi concerti e i dischi sono stati recensiti e premiati dalle maggiori riviste internazionali del settore musicale e culturale.

All’attività discografica e concertistica affianca quella di ricercatrice; è autrice di vari scritti a carattere storico/musicale nonché curatrice di edizioni critiche di musica antica.

Inoltre, ha tenuto i laboratori di flauto traverso barocco ai bienni superiori dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni” di Livorno. Con “Il Rossignolo” cura l’organizzazione dei corsi del dipartimento di Musica Antica presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” a Siena, dove tiene i corsi liberi di flauti storici e di musica antica d’insieme. Insegna anche flauto e flauto barocco alla Scuola di Musica “Giuseppe Bonamici” di Pisa e flauto nella Scuola Media Statale “Don Milani” di Massa.

Ottaviano Tenerani direttore, clavicembalista e pianista, ha all’attivo centinaia di concerti e oltre trenta tra incisioni e registrazioni, molte delle quali con ”Il Rossignolo”, di cui è fondatore con Martino Noferi e Marica Testa e anche direttore, per etichette discografiche ed emittenti radiotelevisive italiane e di altri Paesi.

I suoi concerti e le sue incisioni discografiche sono stati recensiti e premiati dalle maggiori riviste internazionali. Ricercatore, ha proposto in prima esecuzione in tempi moderni opere di Alessandro Scarlatti, Georg Frierich Händel, Giovanni Battista Sammartini, Orazio Caccini.

Dal 2010 incide con “Il Rossignolo” per la Sony Classical International. Il primo frutto di questa collaborazione è stata la pubblicazione del “Germanico”, opera attribuita a Händel, che il gruppo ha recentemente riscoperto. Il CD è stato recensito da giornali e riviste specializzate come ”un successo planetario”, premiato in Francia, Gran Bretagna, Germania, Italia e lungamente al primo posto tra i best sellers della SONY/DHM.

Ottaviano Tenerani ha realizzato con il “Rossignolo” un CD dedicato a Georg Philip Telemann e si dedica ora a progetti discografici e programmi vocali e strumentali legati a diversi importanti compositori del Sei e Settecento.

***

PROGRAMMA

Georg Philip Telemann (1681–1767)Trio Sonata TWV 42:e2 in la minore

Pierre Prowo (1697–1757)Sonata a 3 Flauto Travers: Flauto a bec con Basso

Johann Sebastian Bach (1685–1750)Sonata in trio per due flauti e basso continuo in sol maggiore, BWV 1039:AdagioAllegro ma non prestoAdagio e pianoPresto

Antonio Vivaldi (1678-1741)Sonata “La Follia” in re minore, op.1 n.12 RV 63e

Marin Marais (1656–1728)Suite de pièces en trio

Giuseppe Baldassarre Sammartini (1695–1750)Sonata in re minore a due flauti e basso

Informazioni

Data: Gio 18 Giu 2015


1174